LOGIN

Consultazioni pubbliche in materia di sostanze chimiche

La consultazione pubblica è lo strumento volto a garantire la partecipazione dei cittadini e delle parti interessate ai diversi processi decisionali delle amministrazioni pubbliche sia in ambito nazionale che europeo.

Il regolamento REACH prevede che i cittadini dell'Unione Europea, oltre all'accesso alle informazioni sulle sostanze chimiche, possano partecipare ai relativi processi decisionali. La partecipazione è garantita attraverso la procedura di consultazione pubblica attivata dall'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA).

L'ECHA avvia consultazioni pubbliche in relazione ad alcune fasi dei processi previsti dal regolamento REACH:

  1. identificazione delle sostanze estremamente preoccupanti (Substance of Very High Concern - SVHC):
    è possibile inviare osservazioni sulla proposta di identificazione come SVHC presentata dall'ECHA o da uno Stato Membro;
  2. autorizzazione: è possibile inviare osservazioni sulla bozza di raccomandazione predisposta dall'ECHA per l'inserimento di una sostanza in allegato XIV del regolamento REACH (sostanze soggette all'obbligo di autorizzazione);
  3. autorizzazione: è possibile inviare osservazioni sulle domande di autorizzazione presentate dalle imprese per continuare a utilizzare le sostanze inserite nell'allegato XIV;
  4. restrizione: è possibile inviare osservazioni sulle proposte di restrizione presentate dall'ECHA su richiesta della Commissione o da uno stato Membro;
  5. proposte di sperimentazione che prevedono l'utilizzo di animali vertebrati: è possibile presentare informazioni e studi scentificamente validi concernenti le proprietà di pericolo della sostanza oggetto della proposta di sperimentazione.

Per conoscere e partecipare a tali consultazioni é possibile accedere al sito dell'ECHA: https://echa.europa.eu/it/public-consultations

 

Le azioni a livello nazionale per promuovere la diffusione delle consultazioni pubbliche nell'ambito del regolamento REACH

A livello nazionale la diffusione delle informazioni sulle consultazioni pubbliche avviate dall'ECHA nell'ambito del Regolamento REACH è garantita attraverso i siti delle amministrazioni individuate dal DM del 22.11.2007 e in particolare mediante il sito http://www.reach.gov.it

Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) promuove delle azioni per facilitare la partecipazione dei portatori d'interesse alle consultazioni dell'ECHA attraverso la traduzione delle e-news settimanali dell'ECHA in cui sono pubblicate le notizie relative alle consultazioni in corso; la traduzione risponde all'esigenza di facilitare l'accesso alle informazioni dei cittadini italiani e permette loro di individuare gli argomenti di maggiore interesse. Le e-news tradotte sono pubblicate sui siti https://www.minambiente.it/pagina/echa-e-news-2019-1 e https://www.reach.gov.it/EchaENews/

Nella prospettiva di ampliare la conoscenza e il coinvolgimento dei cittadini e dei portatori di interesse nelle consultazioni pubbliche, il MATTM ha avviato delle consultazioni pubbliche relative alle opinioni finali dell'ECHA sulle restrizioni e alle raccomandazioni per l'inserimento di SVHC nell'allegato XIV.

Tali consultazioni non vanno a sovrapporsi alle consultazioni dell'ECHA, ma sono indirizzate a rafforzare l'acquisizione di ulteriori elementi utili per la definizione della posizione nazionale. Le osservazioni che perverranno dalle consultazioni relative alle opinioni finali sulle restrizioni dell'ECHA e alle raccomandazioni per l'inserimento di SVHC nell'allegato XIV potranno fornire contributi utili al fine del processo decisionale.

Questa attività da un lato vuole accrescere la conoscenza e l'utilizzo dello strumento della consultazione, dall'altro vuole rispondere in modo flessibile e semplice alla richiesta di maggiore trasparenza delle attività delle pubbliche amministrazioni.

Vai alle consultazioni nazionali